informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Studiare tutto il giorno prima dell’esame è una buona idea?

Commenti disabilitati su Studiare tutto il giorno prima dell’esame è una buona idea? Studiare a Crotone

Stai mettendo a punto la tua strategia e ti chiedi se studiare tutto il giorno prima dell’esame sia o meno controproducente? In linea di massima sottoporsi a maratone di 24 ore prima di un appello non è una buona idea. Arrivi davanti al professore stanco e assonato e sei meno reattivo.

È importante, invece, presentarsi in ateneo freschi e risposati. Non dovrai solo mettere in campo le tue capacità mnemoniche, ma anche investire ragionamento e logica per rispondere a quelle domande che non si basano solo sui tuoi ricordi. Scopri perché e come evitare di studiare tutto il giorno prima dell’esame e assicurarsi un buon percorso di studio e la laurea in corso e con voti alti.

Studiare tutto il giorno prima dell’esame: perché non farlo

Se hai studiato con costanza, hai preso dei buoni appunti e hai terminato il tuo programma, non è necessario studiare tutto il giorno prima dell’esame. La cosa migliore da fare è evitare di stancare ulteriormente la mente. Sarebbe bene cioè prendersi una pausa e non pensare alla prova da sostenere, in modo da non causare l’aumento esponenziale della tensione.

Il motivo principale cioè per cui è meglio non sottoporsi alla classica maratona pre esame è arrivare tranquilli alla prova.

Studiare fino a notte inoltrata, in realtà, è controproducente anche per la memoria. La scienza, infatti, ha dimostrato che memoria, creatività e attenzione calano all’istante quando una persona si priva delle 7/8 ore regolari di sonno. Questo significa che dovresti metterti a letto presto e concederti una bella dormita. In questo modo sarai al massimo delle tue capacità. Se ti senti troppo teso e temi di non riuscire ad addormentarti, concediti una cena a base di alimenti che favoriscono la sonnolenza: 

  • pasta, riso, pane e orzo
  • formaggi freschi e yogurt
  • lattuga e radicchio
  • uova bollite

Pasta, pane riso e orzo, in particolare, contengono il triptofano, un aminoacido che favorisce il rilassamento e il sonno profondo.

Quando bisogna chiudere i libri

Come ricordare meglio il programma d’esame? Smettendo di studiare 48 ore prima della data della prova.

Il cervello umano, infatti, ha bisogno di un paio di giorni per rielaborare le informazioni immagazzinate. Non solo, nelle 48 ore di stop i tuoi neuroni sceglieranno anche le nozioni da conservare nella memoria a lungo termine.

Hai paura che se eviti di studiare tutto il giorno prima dell’esame, sarai soggetto a un black-out e non ricorderai nulla? Questa sensazione è abbastanza comune ed è anche falsa. Se hai studiato bene, le 48 ore di stop non possono provocare l’immediata cancellazione di quanto hai appreso.

In queste situazioni la prima cosa da fare è non lasciarti prendere dal panico, perché le emozioni forti vanno a compromettere la memoria. La dormita rigenerante del paragrafo sopra ti aiuterà a ricordare. A dimostrarlo è un esperimento condotto da alcuni ricercatori su tre gruppi di volontari, impegnati a risolvere lo stesso esercizio di matematica. Ebbene, il gruppo con i risultati migliori è stato quello che si è concesso una notte di sonno prima della prova.

Ripassa mezza giornata

Non ti senti tranquillo e preferiresti comunque non accantonare del tutto i tuoi testi d’esame? Allora, potresti dedicare metà giornata a studiare o meglio a ripassare e investire il resto del tempo in un’attività rilassante per la mente.

Nel giorno antecedente all’esame, non puoi recuperare la parte di programma tralasciata. La cosa più intelligente da fare è studiare strategicamente. Cosa significa? Ripassare velocemente gli argomenti in cui ti senti ferrato e concedere un po’ più di tempo alle nozioni più zoppicanti. Se sei in contatto con altri studenti, organizza qualche ora di ripasso in compagnia. In questo modo ti confronti e ti fai aiutare a colmare eventuali lacune.
Ovviamente, un buon metodo di studio prevede sessioni costanti di ripasso durante lo studio. Apprendi nuove nozioni e ripassi: questa dovrebbe essere la base della tua strategia. L’ultimo giorno velocizzi il ripasso facendo un check degli argomenti più richiesti in quello specifico esame. Per adottare questo metodo, devi aver compilato una bella lista con tutte le nozioni cardine. Dopodiché fai un controllo rapido nelle ultime 24 ore.

Se non hai creato il tuo elenco di argomenti più richiesti, prendi carta e penna e scrivilo il giorno prima dell’esame usandolo come tecnica di ripasso, semplice e veloce.

A quale attività dedicarsi il giorno prima dell’esame

A questo punto ti starai chiedendo: cosa devo fare visto che studiare tutto il giorno prima dell’esame non è una buona idea? La risposta è stancare il corpo perché la mente è già provata. Questo significa che l’attività migliore è quella fisica. Corri, nuota, fai trekking o ginnastica. Lo sport allenta la tensione, favorisce la distrazione dall’esame e coadiuva il buon funzionamento del cervello. 

Se non ti piace fare sport, potresti prenotare una bella lezione di yoga. L’effetto stanchezza sul fisico non sarà lo stesso di una nuotata, ma sarai sicuramente più rilassato e concentrato.

Credits immagine: DepositPhoto.com/Nd3000

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali