informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come prendere appunti da un libro: le tecniche da sfruttare

Commenti disabilitati su Come prendere appunti da un libro: le tecniche da sfruttare Studiare a Crotone

Chiedersi come prendere appunti da un libro per ottenere il migliore risultato in termini di rendimento è davvero un bene. Tutti diamo per scontato di saperlo fare, ma se ti dicessimo che non è così come reagiresti? Prima di dissentire e di rispondere che tu lo sai già fare benissimo prova a leggere questo articolo e scopri il metodo Cornell e altre tecniche per prendere appunti al meglio.

Prendere appunti da un libro: come e perché?

studentessa prende appunti all'universitàDirti che è utile prendere appunti sarebbe superfluo, vogliamo spiegarti come farlo in modo efficiente. Soprattutto abbiamo scelto di farti conoscere un metodo rivoluzionario, che ha aiutato molti altri studenti: il metodo Cornell. Questa tecnica di studio prende il nome dal dr. Walter Pauk della Cornell University.
Serve sia durante la lettura che durante le lezioni, sostanzialmente il fine è quello di prendere appunti e memorizzare al tempo stesso, tenendo tutto ordinato e migliorando i risultati universitari.

Ecco una scaletta da seguire per avviare il metodo:

  • Preparare i fogli
  • Tracciare una linea orizzontale a 5 cm dal fondo del foglio
  • Tracciare un’altra linea a circa 6,5 cm dal bordo sinistro del foglio

Resterà un grande spazio al centro, quello necessario per scrivere gli appunti. In rete esistono dei template del metodo Cornell, ma puoi procedere anche con un semplice quaderno o mettendo dei fogli in un raccoglitore.

L’idea alla base è che la parte in basso sia finalizzata al riassunto degli appunti e quella a sinistra ai commenti.

Darsi un metodo di studio con specifici strumenti può aiutare a mantere di più la concentrazione e anche ad avere il materiale sempre in ordine. Sul foglio potrai segnare data e nome del corso così avrai sempre tutto schematizzato e più semplice da trovare durante il ripasso generale della materia.

Leggere e prendere appunti con il metodo Cornell

Nella parte centrale del foglio che hai creato o del template del metodo Cornell che hai scaricato puoi prendere appunti durante la lettura di un libro. L’attività diventerà maggiormente attiva, perché sarai portato spontaneamente a segnare le informazioni più importanti che piano piano si stamperanno nella tua mente. Alcuni manuali di studio ti facilitano il compito inserendo nel testo parole o frasi in grassetto per indicarti l’importanza dell’informazione.

Per ricordare tutto alla fine dello studio prova a scrivere tutto ma in modo semplice. Senza dilungarti o fare giri di parole, ecco una lista di consigli da seguire:

  • Usa elenchi puntati
  • Abbrevia le parole
  • Usa termini semplici
  • Inventa dei simboli di riferimento per le categorie
  • Evita gli esempi
  • Traccia una riga ad ogni cambio di argomento

Con questo metodo di studio e lettura attiva probabilmente ti sorgeranno delle domande sul tema. Annotale per non perderle e quando vorrai potrai chiarire le nozioni approfondendo su altri testi o facendo una ricerca in rete.

Anche la correzione degli appunti è un concetto interessante. Leggere e prendere appunti non basta, è importante anche rileggere e rivedere tutto l’insieme di informazioni. Si tratta sempre di concetti sintetici, che a volte possono sfuggire nell’arco di pochi giorni. Mantenersi sull’argomento fin quanto è possibile aiuta a non disperdere le nozioni. Inoltre puoi anche depennare e cancellare concetti o appunti che non ti serviranno, che hai sottolineato e scritto in un momento di entusiasmo ma che ti sei reso conto che non aiutano davvero alla comprensione del testo. Bene, è arrivato il momento di togliere, togliere ma lasciare solo l’indispensabile.

Fare il riassunto attivo di un libro

Sottolineare non basta. Quando si devono studiare tanti testi è importante avere degli schemi che ti permettano di intercettare rapidamente l’argomento che trattano e come lo elaborano. Per questo i fogli del metodo Cornell sono validi aiutanti nei momenti di studio e ancora più utili durante i ripassi. Nella parte di sinistra del foglio avrai segnato tutte le possibili domande per inquadrare l’argomento. Possono essere lo spunto per completare lo studio al meglio. Qualsiasi sia l’esame, da Economia e Scienze Politiche.

Se hai già terminato la lettura dei libri e hai bisogno di una rapida panoramica per ritrovare esattamente quel manuale di giurisprudenza che parlava di diritto civile, puoi controllare la parte in basso dei fogli compilati, quella dedicata ai riassunti, lì troverai tutto quello che ti serve.

Questi riassunti semplificati sono un ulteriore tassello nel tuo metodo di studio. La bellezza di apprendere una tecnica per prendere appunti su un libro è che si ottengono risultati eccezionali dimezzando i tempi.

Possono diventare anche uno strumento per migliorarsi, perché comprendi strada facendo cosa capta il tuo cervello e come funziona quando leggi e studi. Migliorando e affinando le tecniche si apprendono molte cose su come funziona l’apprendimento e cosa è davvero efficace.

Prendere appunti da un libro e ripassare

L’attività di scrivere quello che si legge, riscriverlo o sintetizzarlo sembra noiosa e ripetitiva, ma sta proprio in questa ripetizione il meccanismo che rende efficace prendere appunti come tecnica di studio. Serve a memorizzare. Capire come memorizzare aiuta a rendere lo studio meno faticoso. Ovviamente il nostro cervello possiede questa abilità in modo innato, ma sarà facilitato nel compito se:

  • Si utilizzano frasi e parole breve
  • Si rileggono gli appunti a voce alta
  • Si evitano informazioni superficiali

Spesso si legge un libro per prepararsi ad un esame di un corso di laurea o di un master. Bene, allora in questo caso gli appunti sono collegati alle lezioni. Può essere utile un confronto tra appunti presi a lezioni e presi durante la lettura, troverai lì, nel confronto e nella sintesi tra i due, il fulcro di quello che ti verrà chiesto all’esame, il succo del discorso.

Un altro trucchetto può essere quello di applicare gli appunti alla lettura veloce. Dipende da quanto tempo hai a disposizione per preparare gli esami. Se ne hai poco allora puoi utilizzare questa strategia:

  • Individuare parole in grassetto, corsivi, formattazione speciale del testo
  • Trovare tabelle e grafici
  • Leggere solo titoli, sottotitoli e prime frasi dei paragrafi

Si tratta di fare il lavoro dell’esploratore. Con un libro nella mano e dall’altra i tuoi appunti, quasi allenando l’occhio a reperire in tempi rapidissimi le giuste informazioni per poi segnarle sul tuo foglio. Avrai un’ottima panoramica dell’argomento e potrai andare all’esame più sereno, forse non prenderai 30, ma incasserai comunque un risultato apprezzabile.

Consigli per prendere appunti da Dio

quaderno metodo cornellCi sono ancora dei segreti da imparare per come studiare al meglio usando gli appunti in modo efficace. L’organizzazione è tutto, abbiamo già detto. Tieni sempre gli appunti di uno stesso argomento tutti insieme, altrimenti rischi di fare una gran confusione. In più lascia nei fogli sempre uno spazio dedicato alle note da prendere in futuro. La conoscenza di un argomento si amplia strada facendo e bisogna trovare un posto anche per le illuminazioni che possono sorgere all’improvviso dopo qualche giorno, quando tutto il materiale studiato si assesta dentro il tuo cervello e prende forma più definita.

E poi chi ha detto che non si possono sottolineare gli appunti? Certo che si può fare! Spazio anche a evidenziatori e matite colorate. E se hai il dono del disegno anche le illustrazioni sono perfette per arricchire la comprensione di un concetto. A noi piacciono tanto anche gli elenchi puntati, così ordinati e chiari, ma possono essere utilizzati solo dove si prevede un elenco, altrimenti sono eccessivamente schematici.

In ultima battuta ci sentiamo di suggerirti di confrontare i tuoi appunti con quelli degli altri tuoi amici della facoltà, sicuramente dal vostro confronto trarrai ancora più conoscenza e sarai pronto per un esame eccezionale.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali