informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Libri sulla leadership: 8 titoli da non perdere

Commenti disabilitati su Libri sulla leadership: 8 titoli da non perdere Studiare a Crotone

Leader si nasce o si diventa? Scopri i migliori libri di leadership che rispondono a questa domanda? Saper gestire un gruppo, essere persuasivi e trascinare un team verso il successo, equilibrando esercizio del potere e rispetto delle individualità non un’utopia. Vediamo quali sono i manuali che ti possono aiutare in questo ambizioso obiettivo.

Cosa significa essere leader?

team di lavoro unitoChi ricopre questo ruolo si trova a dover motivare le persone intorno a lui. A volte non ha dovuto studiare, perché non basta leggere i libri di leadership per esercitare questa abilità. Molto spesso è innata e viene utilizzata per legare le persone verso finalità condivise, non solo in ambito aziendale, ma anche sportivo o di studio. Non è esattamente lo stesso ruolo del manager, con cui spesso viene confuso. No, quest’ultimo si occupa di time management, organizzando precisamente tempo, spazi e risorse per portare a compimento gli obiettivi preposti. Il leader è prima di tutto un motivatore. Non è una professione definita, né un ruolo che si può descrivere facilmente, viste le diverse sfumature che può assumere. Eppure esistono molti studi che riflettono sulle varie declinazioni di questa figura. Le teorie che hanno tentato di fornire un pensiero strutturato sulla leadership sono di quattro tipi:

  1. Dei tratti
  2. Degli stili
  3. Situazionali
  4. Della contingenza

Queste teorie non forniscono indicazioni su come diventare leader, ma illustrano quali sono i meccanismi che lasciano emergere una persona che possiede quelle determinate qualità adatte a ricoprire il ruolo.

La teoria dei tratti ipotizza che all’interno di un gruppo si distingue chi possiede determinate qualità, che in accordo con le caratteristiche principali degli altri individui sono in grado di funzionare da traino.

La teoria degli stili individua la causa della nascita di un leader non nei tratti del carattere ma nei comportamenti, che consentono a diversi “stili” di leadership di esistere. Secondo questa teoria non è necessario avere un certo carattere ma adottare o possedere uno stile.

La teoria situazionale circoscrive le cause all’interno del contesto di gruppo. Di conseguenza si può parlare di una tipologia di leader ideale adattabile a qualsiasi genere di gruppo. Per la gestione aziendale, per lo sport o un gruppo di amici cambiano le abilità e le qualità della persona che potrebbe diventare leader.

La teoria della contingenza mette insieme le tre teorie precedenti:

  • Un determinato carattere
  • Diversi stili di comportamento
  • Capacità di adattamento al contesto

Ma è il momento di passare dalla teoria alla pratica. Se il tuo sogno è quello di apprendere le migliori tecniche di gestione e di team building, per guidare il tuo gruppo verso il successo, continua a leggere.

Libri di management aziendale e non solo

Ribadiamo ulteriormente che la leadership è un talento e una skill che può essere applicato a qualsiasi contesto, non necessariamente solo a quello strettamente professionale. Molto spesso i migliori libri per manager nascondono segreti facilmente applicabili a tutti i settori e capaci di innescare un meccanismo di positiva efficienza nel corso del tempo. Di questo processo beneficiano tutti: i leader, i componenti del gruppo e chi o cosa interagisce con essi.

Abbiamo individuati cinque titoli di libri per manager che tutti quelli che si chiedono come diventare leader dovrebbero leggere

  1. Esploratori del cambiamento di Elena Murelli

Anche il sottotitolo è molto interessante: “Come accompagnare sé stessi e i propri collaboratori nei processi di trasformazione aziendale”. Questo libro contribuisce ad allenare un “muscolo” importantissimo: la trasformazione. Un buon allenamento è necessario per essere flessibili sul lavoro e nella vita quotidiana, per chi affronta studio e professione insieme, adattandosi ai repentini cambiamenti dell’epoca moderna. Il vero leader deve sapere che è importante valorizzare le competenze trasversali del suo team. Questo libro si concentra sulla capacità di puntare sui valori, la forza, il coraggio dei collaboratori, non tanto sulle competenze tecniche. A metà tra un libro di crescita personale e uno di team building, aiuta a comprendere la profondità del ruolo di leader.

  1. Leadership emotiva di Daniel Goleman

Per restare in tema delle cosiddette soft skills, ossia le qualità personali, non possiamo dimenticare il contributo di Daniel Goleman, scrittore statunitense e teorico dell’intelligenza emotiva, che ci ricorda le buone tecniche di gestione delle persone non sono possibili ad alti livelli senza una buona dose di empatia. Un tempo si pensava che la formula vincente fosse l’esercizio di un’autorità indiscutibile e del potere a tutti i costi. Ma queste modalità sono state fortunatamente superate. Una sana gestione si ottiene giocando sulle motivazioni profonde dei collaboratori, in un’ottica di team coaching entrando in contatto con le proprie, per essere davvero apprezzati e seguiti. Lo stato emotivo e la predisposizione d’animo dei lavoratori, insieme a quella del leader, può davvero fare la differenza.

  1. Le cinque regole del leader di Ken Blanchard

In questa lista di cinque libri non poteva mancare il libro sulle cinque regole di Blanchard. L’autore si occupa da anni di formazione del personale e di tematiche manageriali, attraverso l’attività della sua compagnia, la Ken Blanchard Company. Questo testo è un classico del settore che in modo molto chiaro illustra come migliorare la propria leadership. L’utilizzo della favola e della fantasia come strumento per “raccontare” i cinque punti fondamentali è davvero accattivante. Ciò che cattura di questo libro è la capacità di trasmettere i precetti della “business fable” in maniera semplice e senza troppe speculazioni. Particolarmente adatto a chi sta muovendo i primi passi nella professione e non cerca libri di management aziendale troppo complicati.

  1. One Minute Manager di Ken Blanchard

Abbiamo scelto di inserire in questo libro anche un altro contributo di Blanchard. Nonostante si tratti di una pubblicazione di qualche anno fa rientra ancora a pieno titolo nella top ten dei migliori libri per manager e aspiranti leader. Il libro segue fa parte del filone di successo “One Minute Manager”, ideata da Blanchard e dal collega Spencer Johnson nel 1981, che apportava soluzioni concrete ed eccezionalmente utili all’annoso problema della gestione del tempo aziendale. Diventare leader in un minuto non e possibile, ma in questo libro possiamo assaggiare qualche ottimo consiglio sulla leadership situazionale, ossia su come applicare uno stile di leadership diversa a diverse situazioni di collaborazione.

  1. Il potere di cambiare di Giovanna D’Alessio

In questo libro ci si concentra maggiormente sulla leadership personale. Si parla anche di neuroscienze e delle recenti scoperte che hanno messo in luce nuovi aspetti di questo ruolo. Essere padroni della propria vita significa riuscire a cambiare costantemente prospettiva su sé stessi, adattandosi agli stimoli esterni, che possono anche provenire da un team di lavoro. Il libro è molto pratico, con una buona quantità di esercizi per passare subito all’azione e dedicarsi con impegno all’obiettivo di cambiare riuscire ad esercitare un grande potere sul quotidiano e sulla propria persona: il potere del cambiamento. Adatto a chi possiede già una discreta conoscenza della materia.

  1. Leadership al Femminile di Francesca Romano e Daniela Bonetti

Un tema controverso e per certi versi spinoso, quello della leadership femminile trattato in questo intelligente libro. Si parte da un presupposto difficile da accettare, le donne fanno più fatica degli uomini a ricoprire ruoli di leadership. Per essere una leader al femminile c’è bisogno di un cambio di mentalità collettivo, ma anche di sostenere le donne che si impegnano costantemente per superare gli ostacoli e raggiungere gli obiettivi con la medesima determinazione dei colleghi di sesso maschile. Dentro il testo si trovano esercizi ed esempi pratici che sfatano il mito che per ricoprire al meglio un ruolo di gestione siano imprescindibili le caratteristiche maschili.

  1. La psicologia della persuasione di Kevin Hogan

Per rendere questa guida ancora più completa è doveroso inserire i titoli più importanti di libri sulla persuasione. Questa capacità è di vitale importanza nei contesti aziendali, o in generale dove è necessario possedere delle caratteristiche capaci di trascinare gli altri o addirittura possibili clienti/acquirenti. La persuasione è sempre stata considerata una qualità dei venditori, ma non è così, anche i leader ne hanno bisogno. All’interno del volume si trovano ottimi consigli su come influenzare la mente degli altri per allinearli al nostro, comprendere il linguaggio non verbale e corporeo di chi abbiamo di fronte e addirittura riuscire a prevedere il comportamento altrui. Non sono tecniche manipolatorie fine a sé stesse, ma ideate e finalizzate a creare più entusiasmo all’interno dei rapporti personali.

  1. Il libro d’oro della leadership di John C. Maxwell

leader che fa team buildingUn vero e proprio best seller, che ha venduto 13 milioni di copie riscuotendo un successo mondiale. Un compendio da master, tra le pagine ci si può immergere nell’esperienza formativa, professionale e di vita di questo guru della leadership. Regole di vitale importanza per chi sta iniziando a comprendere come funzionano i meccanismi della leadership e vuole apprendere direttamente dagli esperti gli insegnamenti fondamentali. Chi ha già esperienza a sufficienza troverà conferme oppure suggerimenti su come e cosa migliorare, aggiustando il tiro, per acquisire una capacità di team coaching reale e produttiva.

Otto libri non sono sufficienti per diventare leader. Può darsi che i migliori libri di leadership che ti abbiamo suggerito non siano in grado di accendere la miccia, noi ne dubitiamo, siamo certi che diventeranno un contributo prezioso nel tuo percorso formativo, di lavoro e di successo. Non ti resta che leggere per vedere come andrà a finire questa storia.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali