informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come affrontare il primo esame in psicologia?

Commenti disabilitati su Come affrontare il primo esame in psicologia? Studiare a Crotone

Ti sei appena iscritto all’università e hai bisogno di qualche consiglio su come affrontare il primo esame in psicologia? Il primo anno è sempre pieno di incertezze. Modalità di insegnamento nuova, materie diverse, insegnanti sconosciuti: le incognite sono tante e si concentrano tutte sulla prima prova. Devi imparare e rompere il ghiaccio con gli esami universitari e un piccolo aiuto non guasta mai.

Qui sotto, trovi una guida pensata per tutti gli studenti iscritti alla facoltà di psicologia Unicusano e non solo. Mettiti comodo e leggi i suggerimenti.

Primo esame del corso di psicologia: in cosa consiste

Se sei iscritto alla laurea triennale in psicologia, il primo anno dovrai affrontare i seguenti esami:

  • psicologia generale
  • psicologia dello sviluppo
  • psicometria
  • sociologia generale

Il primo esame è quello di psicologia generale, che include un programma abbastanza vasto. Questa materia, infatti, è incentrata sulle principali teorie psicologiche e sui metodi di indagine clinica e ricerca psicologica. Di solito, tra l’altro, prevede una parte scritta e una orale. Per affrontare bene un esame senza farti assalire dall’ansia, devi sapere esattamente in cosa consiste. Dovrai cioè sapere come si svolgerà la prova prima ancora di iniziare a studiare. Questo significa che dovrai porti delle domande come quelle qui di seguito:

Prova scritta

  • le domande sono aperte? Si tratta di un test a crocette?
  • quante domande sono previste?
  • qual è il punteggio per ogni risposta corretta?
  • quanto tempo viene concesso per concludere il test?

Prova orale

  • da quante domande è composta?
  • qual è il punteggio?
  • quali elementi valuta il professore per attribuire il voto?

Come affrontare il primo esame in psicologia: trova il tuo metodo

Dopo aver appurato in cosa consiste l’esame, devi scegliere un metodo di studio personale. All’università è importante partire con il piede giusto e studiare in funzione della prova da sostenere. Non ti stai preparando per un’interrogazione alle superiori e, di conseguenza, hai bisogno di studiare in maniera diversa.

Ogni studente ha la propria modalità, ma ci sono delle regole generali valide per tutti:

  • organizza un calendario suddividendo il materiale giorno per giorno
  • riordina gli appunti alla fine di ogni lezione o prima di quella successiva
  • metti alla prova la tua preparazione con simulazioni e test

Hai scoperto che l’esame prevede un test scritto? Ebbene, procurati le domande delle sessioni precedenti e prova a rispondere. In questo modo prendi dimestichezza con il test e scopri anche quali sono le domande e gli argomenti più frequenti.

Sono disponibili tante risorse, anche online, sui quesiti posti più spesso. Qui sotto trovi, per esempio, una piccola lista:

  • cos’è l’apprendimento?
  • quali sono le tre tipologie di memorie teorizzate da Atkinson e Shiffrin?
  • qual è l’oggetto di studio della psicologia?
  • com’è intesa la percezione a livello psicologico?
  • da cosa sono motivati i comportamenti?
  • cosa si intende con adattamento selettivo?
  • chi fu il primo studioso a parlare di istinti?

Come hai capito, devi individuare una modalità strategica per studiare in modo da risparmiare tempo ed essere preparato su tutto il programma.

Crea un gruppo di studio

La difficoltà vera del primo esame in psicologia è l’assenza di prove di confronto. Non hai mai sostenuto prima un esame universitario e non sai se sarai troppo teso, se riuscirai a mettere a frutto le conoscenze acquisite, se ti sentirai in soggezione davanti a professori e assistenti e così via.

In questo caso condividere paure e timori con i tuoi colleghi può essere davvero utile. Ti consigliamo cioè di creare un gruppo di studio. Per sfruttare al massimo questa opzione sarebbe bene usare i compagni per uno studio strategico. In cosa consiste? Organizza una scaletta con tot capitoli a incontro e preparati prima. Durante le sessioni, scambiatevi i ruoli, ricoprendo alternativamente quello del professore e quello dello studente. In questo modo, individuerai meglio gli argomenti che padroneggi e quelli in cui hai delle lacune. Potrai persino farti aiutare da un collega in caso di argomenti ostici che non sei riuscito a capire con lo studio solitario. Grazie al gruppo acquisirai la sicurezza necessaria per affrontare con calma il tuo esame.

Primo esame: non allarmarti per un po’ d’ansia

Stai per dare il primo esame in psicologia della tua carriera universitaria e essere un tantino ansiosi è normale. L’ansia non è necessariamente un nemico. Se è presente in livelli moderati funge da stimolo, perché induce a concentrarsi e a dare il meglio di sé per superare una prova.

Non sei ancora uno psicologo ed è quasi fisiologico allarmarsi, ma devi imparare a gestire gli stati ansiosi e a usarli a tuo vantaggio. È un ottimo esercizio anche in funzione della professione che andrai a svolgere.

C’è un trucco, però, che ti può essere d’aiuto: le tecniche di rilassamento. Se l’ansia ti assale mentre studi, prova a concentrarti sulla respirazione. Mettiti in una posizione comoda con la schiena dritta e i piedi ben piantati a terra e focalizzati sul tuo respiro.

Credits immagine: DepositPhoto.com/VitalikRadko

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali