informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come prendere appunti di ingegneria? La guida completa

Commenti disabilitati su Come prendere appunti di ingegneria? La guida completa Studiare a Crotone

Sei alla ricerca di consigli su come prendere appunti di ingegneria? Gli appunti sono fondamentali perché ti consentono di risparmiare molto tempo nella rielaborazione dei concetti spiegati dai prof durante le lezioni.  Non solo, se devi scrivere, sei costretto a rimanere attento e a non distrarti durante la lezione. E quest’ultimo aspetto, non è affatto trascurabile.

In questa guida ci concentreremo sui classici appunti cartacei, che risultano molto più efficaci per la memorizzazione rispetto a quelli digitali su tablet, iPad o computer. Se scegli la formazione a Crotone, hai il grande vantaggio della didattica a distanza. Cosa significa? Puoi interrompere la lezione e riascoltare i passaggi che non hai capito per prendere appunti più precisi.

Appunti ingegneria: non stenografare

La prima regola della nostra guida “come prendere appunti di ingegneria” è la seguente: non  stenografare. Scrivere tutto quello che dice il professore, utilizzando le sue stesse parole, è  uno sforzo non solo inutile ma persino controproducente perché impedisce la concentrazione.

Se sei impegnato a fare una sorta di dettato, senza perderti neppure una parola, non riesci a capire davvero i concetti espressi dal professore. Sarebbe molto meglio, invece, rielaborare a parole proprie, trascrivendo solo i concetti chiave.

Arriva preparato alla lezione

Per poter prendere bene gli appunti non puoi arrivare impreparato a lezione. I professori seguono una scaletta degli argomenti e, di conseguenza, sai sempre di cosa tratterà la lezione. Questo è un grande vantaggio perché ti consente di prepararti in anticipo. Non devi certo studiare come se dovessi sostenere un esame. Ti basta una semplice infarinatura veloce che ti consente di cogliere meglio la spiegazione, senza perderti. In questo modo riuscirai a prendere appunti più precisi e meno caotici.

Come studiare ingegneria: rivedi subito gli appunti

L’atteggiamento più comune tra gli studenti è il seguente: prendo gli appunti, chiudo il quaderno e lo riapro per ricominciare a scrivere appunti alla lezione successiva.

Si tratta di un grande errore. Un’altra regola fondamentale consiste nel rivedere tutto nell’arco delle 24 ore successive alla lezione. Gli argomenti saranno ancora freschi e sarà possibile correggere qualche svista disseminata qua e là per la fretta. Se passasse troppo tempo, la padronanza dell’argomento diminuirebbe impedendo una corretta sistemazione degli appunti.

Quando prendere appunti

Una lezione media ha una durata di circa 60 minuti. Un professore, però, non può spiegare concetti fondamentali ogni singolo minuto. Di solito, le lezioni sono strutturate con un’introduzione, una parte centrale e una conclusione riassuntiva. Questo significa che nella prima e nell’ultima parte devi stare particolarmente attento. Se si volesse tradurre in minuti questa scaletta, si potrebbero definire come fondamentali i primi 10/15 minuti e gli ultimi 10/15 minuti. Dovrai cioè scrivere e concentrarti per almeno 20/30 minuti.

Usa abbreviazioni e simboli

Un’altra regola fondamentale della guida “come apprende appunti di ingegneria” riguarda simboli, abbreviazioni e concetti chiave. È importante, infatti, dare un’organizzazione sintetica al tuo testo, in modo da non percepire come troppo pesante l’incombenza di appuntarsi i concetti. Risultano molto utili, per esempio, simboli come:

  • frecce
  • asterischi
  • punti interrogativi

Puoi cioè creare una sorta di tua legenda personale. Gli asterischi, per esempio, potrebbero contrassegnare tutti i concetti importanti che necessitano di maggiore approfondimento sui testi dell’esame. 

I punti interrogativi, invece, potrebbero indicare tutti i passaggi che non ti sono chiari e per i quali necessiti di maggiori spiegazioni. Per far sì che i simboli appiano subito visibili, utilizza dei pennarelli colorati con, per esempio, punti interrogativi rossi e asterischi verdi.

Utilizza le abbreviazioni

Per risparmiare tempo e concentrarti davvero sui concetti espressi dal professore usa delle abbreviazioni, come quelle che utilizzi normalmente quando mandi un messaggio con  il telefono o con i social. Usa cioè tranquillamente la X al posto di per, cmq al posto di comunque oppure es al posto di per esempio.

Per realizzare abbreviazioni comprensibili esistono due tecniche:

  • usare solo le lettere iniziali di una parola: imp per importante oppure info per informazione
  • usare solo le consonanti eliminando le vocali: snz per senza oppure cn per con

Per facilitarti il compito puoi anche eliminare tutte quelle particelle, la cui assenza non compromette il significato delle frasi. Cosa significa? Impara un metodo di scrittura veloce che non prevede l’utilizzo di connettivi come articoli, congiunzioni o preposizioni.

La frase “L’ingegneria gestionale è un ramo dell’ingegneria che studia, con approccio quantitativo e qualitativo, gli aspetti operativi e tecnici delle imprese” tradotta in appunti potrebbe cioè diventare: “Ingegneria gestionale ramo ingegneria studia, cn approccio quantitativo qualitativo, aspetti operativi-tecnici imprese”.

Il senso resta identico, ma impiegherai meno tempo per scrivere materialmente le frasi.

Adotta il metodo di Walter Pauk

Chi è Walter Pauk? Era il direttore del centro di lettura e studio della Cornell University e autore del bestseller How To Study in College. A Walter Pauk si deve anche l’ideazione di un metodo molto utile per capire come studiare ingegneria iniziando proprio dagli appunti.

La tecnica è conosciuta come Metodo Cornell e prevede di suddividere la pagina in tre aree:

  • area centrale o note taking area: in questa parte vanno trasferiti i concetti spiegati dal professore durante la lezione
  • area laterale o cue column: colonna laterale in cui sintetizzi i concetti fondamentali che vuoi approfondire e quelli che vuoi ricordare. I primi saranno contrassegnati da un punto interrogativo e i secondi dall’individuazione di una parola chiave.
  • area inferiore o summaries: spazio in fondo alla pagina in cui scrivi una o al massimo due frasi con cui riassumi il contenuto degli appunti

Per usare il Metodo Cornell devi semplicemente suddividere le pagine del tuo quaderno di appunti con questo schema. Potrebbe sembrare, inizialmente, una tecnica molto laboriosa, ma ha degli indubbi vantaggi. Prenderai appunti molto ordinati, sintetizzerai i concetti chiave e organizzerai in maniera puntuale lo studio.

Come scegliere il quaderno giusto

Non tutti i quaderni sono adatti a prendere appunti di ingegneria. Se hai deciso di provare il Metodo Cornell, per esempio, dovresti comprare dei quaderni con fogli bianchi. Righe e quadretti, infatti, non vanno bene quando devi realizzare lo schema con parte centrale, colonna laterale e area inferiore con il sommario.

In linea generale, è consigliato il quaderno classico con gli anelli, che ti consente di spostare i fogli e di scomporre/comporre gli appunti a tuo piacimento. Sarebbe bene, poi, non usare i fogli a righe. È vero dovrai scrivere diversi passaggi, ma è anche vero che ti toccherà appuntarti una serie di formule. Proprio per quest’ultimo motivo sarebbero meglio i quadretti. Grandi o piccoli? Quest’ultimo aspetto dipende dalle tue preferenze!

Integra i tuoi appunti

Una volta imparato come prendere gli appunti di ingegneria, devi assolutamente passare allo step successivo. In cosa consiste? Nel capire come sfruttarli al meglio per ridurre i tempi necessari a preparare un esame.

Un metodo di studio davvero efficace consiste nell’usare gli appunti come traccia, integrandoli via via con quanto appreso dai manuali e dai materiali didattici che fanno parte del programma. Non ti devi limitare cioè a prendere appunti durante la lezione, ma devi lasciare degli spazi bianchi che userai durante lo studio solitario per inserire approfondimenti, ampliamenti e concetti ulteriori. Integrare gli appunti favorisce la memorizzazione e ti permette di rielaborare i concetti a parole tue, di padroneggiare meglio la materia e di ripassare contemporaneamente. In quest’ultimo caso cioè dovrai ripetere una volta in meno, perché scrivendo/completando avrai già fatto un primo ripasso.

Credits immagine: DepositPhoto.com/Kegfire

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali