informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Film sull’insegnamento: i 7 da non perdere

Commenti disabilitati su Film sull’insegnamento: i 7 da non perdere Studiare a Crotone

Anche se sei uno studente devi vedere film sull’insegnamento. Ti aiutano a cambiare prospettiva e a metterti “dall’altra parte della barricata”. L’educazione è un settore pieno di sfide stimolanti, e nel cinema spesso sono state rappresentate in modo coinvolgente. Ecco i nostri suggerimenti per una visione istruttiva.

L’attimo fuggente (1989)

migliori film sulla scuolaSta in cima a qualsiasi classifica di film sull’educazione. È il classico intramontabile che ogni professore ha visto almeno dieci volte e molti sono stati ispirati ad intraprendere la professione proprio dopo la visione di questo film. Il protagonista, John Keating, interpretato da Robin Williams è un professore poeta altamente ispirato, talmente tanto da sovvertire un po’ i canoni dell’insegnante tradizionale. È rimasta nella storia la scena in cui invita gli studenti a mettersi in piedi sui banchi e a strappare le pagine dei libri.

La classe (2008)

Questo film sull’istruzione ha vinto la palma d’oro a Cannes. Inquadra in modo lucido le questioni cruciali che attraversano la pratica educativa e didattica. Soprattutto i difficili rapporti che si instaurano quando si deve cercare di incarnare l’autorità e/o l’autorevolezza. La trama è tratta da un romanzo autobiografico di un professore francese, alle prese con l’insegnamento in una scuola di periferia, alcune scene sono state girate in una vera classe, proprio per rafforzare il taglio realistico, quasi da documentario. Emergono con intensa delicatezza anche le tematiche dell’integrazione e delle differenze tra generazioni.

La scuola (1995)

Film italiano che vede alla regia Daniele Lucchetti, in un film che è l’adattamento cinematografico di due libri di Domenico Starnone.Non si fa psicologia spicciola e ogni personaggio è caratterizzato bene. Attori molto bravi rappresentano le dinamiche classiche di una scuola, in cui secchioni e disadattati si scontrano tra loro, ma soprattutto con insegnanti spesso poco supportati e assistiti e a volte anche svogliati e sfiduciati. Problemi che non si allontanano così tanto dalla realtà. E proprio per questo la visione lascia un po’ di amarezza. Nel complesso è un film da vedere, anche se attualmente può risultare poco aderente alle trasformazioni che ha subito il mondo della scuola e quello giovanile.

Will Hunting (1997)

Ancora Robin Williams, questa volta affiancato da Matt Damon e diretto da Gus Van Sant. Williams interpreta non un insegnante ma un uomo che riesce a far emergere il talento nascosto di Damon. Che poi è quello che dovrebbero fare tutti i professori, lavorando sull’innalzamento del livello di autostima degli allievi e sulla capacità di mettere in gioco le proprie competenze innate. La relazione che si crea tra mentore e allievo viene inquadrata perfettamente da questa coppia di attori bravissimi, in un film sull’educazione come rapporto di crescita  e di superamento.

Caterina va in città (2003)

Paolo Virzì alla regia ci racconta va vita di Caterina, una ragazzina figlia di un professore di filosofia che si vede costretto a lasciare il paese di provincia per la metropoli. Tutti i vuoti culturali, le incertezze e le fragilità dei giovani sono lo specchio di una crisi che colpisce soprattutto i genitori e la società e questo film ce lo fa vedere bene. Non è un film sull’istruzione ma ci insegna a guardare la condizione adolescenziale, pre e post, con assenza di pregiudizio e con una più ampia consapevolezza. Diversi livelli di lettura e un’ottima regia rendono il film non solo gradevole ma un’occasione per riflettere in famiglia e a scuola.

Billy Elliot (2000)

Sono passati quasi vent’anni dall’uscita di questa pellicola ma non è cambiato molto, purtroppo. Billy Elliot è un ragazzino di undici anni che sogna di fare il ballerino. Ma i parenti, soprattutto di genere maschile, non vedono di buon occhio quest’aspirazione e fanno di tutto per fargli cambiare idea e ostacolarlo. Eppure ci sarà qualcuno nella sua vita, guarda caso un’insegnante, che riconoscerà che per lui quella è l’unica strada da percorrere. Billy Elliot è un film sull’educazione senza pregiudizi, in cui si comprende che si può essere sé stessi anche e soprattutto se incontriamo nella vita e nella società persone capaci di accompagnarci, soprattutto nell’infanzia, scardinando clichè e convinzioni che annientano l’individualità.

La bicicletta verde (2012)

Questo film ambientato in Arabia Saudita rientra in questa lista perché aggiunge alla panoramica un punto di vista posizionato altrove rispetto al nostro occidente. La protagonista deve lottare per la propria libertà e la vediamo alle prese con la sua vita e la frequentazione di una scuola tutta femminile. Il sistema in cui vive è oppressivo, limitante, non consente di crescere al di fuori di rigidi schemi, ma la bicicletta verde è un po’ il simbolo della sua possibilità e delle sue speranze. Commovente, dolce e realistico, ci permette di guardare ad un’esperienza diversa da quella che viviamo, ritrovando comunque problemi che ci toccano da vicino, noi insegnanti, studenti o semplicemente esseri umani.

Ci auguriamo che questa lista di film sulla scuola (anche intesa come scuola di vita) abbiamo aggiunto qualche titolo a quelli che già conosci, che ti abbia ispirato a ricercare la tua vocazione, perché no, anche nell’insegnamento.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali